Menu

Osservatorio Astrofisico di Arcetri

  • Italiano (IT)
  • English (UK)

Tutta la posta elettronica inviata a indirizzi di Arcetri viene gestita dal server hercules che provvede a inserire il messaggio ricevuto nella casella specifica del destinatario (INBOX), dopo aver effettuato alcuni controlli di validità. Il destinatario puo' accedere ai propri messaggi con varie modalità che consistono essenzialmente in:

  • Uso di un cliente di posta elettronica (MS Outlook, Thunderbird, Eudora, AppleMail, Pine, etc.) con due diversi modi di accesso:
    • POP3
    • IMAP
  • Uso dell'interfaccia Web Mail (Roundcube)

Per identificare la modalità di accesso più adeguata alle esigenze di ciascuno, si descrivono brevemente alcune caratteristiche.

Cliente POP3

L'accesso tramite POP3 consiste nello scaricare periodicamente i messaggi non letti dal server e trasferirli sul PC dal quale si sta facendo l'accesso. E' possibile stabilire nella configurazione che i messaggi scaricati vengano lasciati anche nella directory Maildir nella propria HOME o vengano cancellati, eventualmente specificando di cancellare i messaggi piu' vecchi di un periodo specificato. In sostanza questa modalità è adatta solo a chi utilizza sempre e soltanto lo stesso PC per accedere alla propria casella di posta.

Cliente IMAP

Utilizzando un cliente configurato per l'accesso IMAP, la gestione dei messaggi e' piu' flessibile, ed in sostanza completamente gestibile dall'utilizzatore che, modificando opportunamente la configurazione, può stabilire quali messaggi spostare o copiare in caselle specifiche (folder) e la collocazione delle caselle personali, che può essere su un server presso l'Osservatorio o all'interno del PC utilizzato per l'accesso alla posta. È consigliabile comunque provvedere a rimuovere periodicamente i messaggi ricevuti che non interessano più per evitare di riempire lo spazio a disposizione sul server e per rendere più rapida la consultazione della posta stessa. Con questo tipo di configurazione non e' indispensabile utilizzare sempre lo stesso PC per accedere alla posta, purche' le caselle personali siano lasciate sul server ad Arcetri. Occorre comunque che tutti i PC utilizzati abbiano installato un opportuno programma cliente configurato correttamente per l'accesso al server di Arcetri.

Accesso tramite Web Mail

L'accesso tramite Web Mail è funzionalmente analogo ad un accesso con cliente IMAP  con tutte le cartelle personali ospitate dal server ad Arcetri. Non è richiesto un particolare programma cliente sul PC utilizzato, ma e' possibile utilizzare un browser standard (Explorer, Firefox, Chrome) e poiche' tutti i messaggi rimangono ospitati dai server ad Arcetri è possibile accedere da un qualunque apparecchio, anche da un posto internet pubblico.

Tramite WebMail è inoltre possibile definire dei filtri da applicare automaticamente al ricevimento della posta per spostare i messaggi nella casella opportuna, per cancellarli oppure per reindirizzarli ad altro indirizzo di posta (forward). Sempre all'interno di WebMail è possibile definire il messaggio di "vacation" e attivare il servizio.

 

Cosa accade quando arriva un messaggio per voi

Ogni messaggio di posta elettronica viene consegnato mediante il collegamente fra un server mittente ed il nostro server interno hercules. I messaggi non vengono accettati indiscriminatamente, ma subiscono una serie di controlli prima di essere consegnati al destinatario.

In particolare vengono effettuati i seguenti controlli:

  • Controllo sul server mittente
  • Controllo antiSPAM basato su filtraggio euristico (spamassassin)
  • Controllo antivirus

Il controllo di validità del server mittente ha lo scopo di verificare che il server che invia il messaggio sia un server legittimo. Le tecniche sono sostanzialmente euristiche e si basano sulla consultazione di blacklist pubbliche e su controlli sulla configurazione del server. Questo primo controllo elimina una parte dei messaggi indesiderati. Può capitare che un server legittimo sia respinto perche' malconfigurato o perché è finito per errore in una blacklist. Si tratta comunque di un evento piuttosto raro.

I successivi controlli anti SPAM servono ad eliminare gran parte dei messaggi indesiderati, ma possono impedire o ritardare la consegna di alcuni messaggi, ed e' quindi prevista la possibilita' di disabilitare o tarare i controlli anti SPAM su richiesta del singolo utilizzatore. Il controllo basato su spamassassin è normalmente disabilitato

Le seguenti note hanno lo scopo di consentire agli utilizzatori di decidere sensatamente il livello di protezione che intendono adottare salla base delle proprie esigenze.

 

Controllo tramite spamassassin

Il successivo filtraggio di messaggi indesiderati, che deve essere esplicitamente richeisto ed abilitato da ciascun utente, consiste nel "filtraggio euristico" dei messaggi.

In sostanza ogni messaggio viene analizzato dal programma spamassassin che calcola un punteggio utilizzando un insieme assai vario di regole. Il punteggio ottenuto serve per decidere se si tratti di un messaggio legittimo oppure no. Nel primo caso viene consegnato normalmente, mentre nel secondo viene messo in un'apposita casella a disposizione del destinatario (o cancellato).

Le regole di assegnazione dei punteggi sono assai disparate, chi fosse interessato ai dettagli può trovarli su Wikipedia.

Anche se a prima vista questo metodo può sembrare meno invasivo del precedente, tuttavia data la complessità delle regole e la sensibilità alle variazioni dei parametri, risulta abbastanza difficile una regolazione che elimini i messaggi indesiderati senza causare "falsi positivi" che sostanzialmente causano la perdita del messaggio o la sua individuazione con molto ritardo.

 

Tempi di consegna dei messaggi

Molti hanno notato che i tempi di consegna dei messaggi possono essere anche parecchio superiori a quelli attesi, soprattutto per messaggi ad uso principalmente interno, come avviene per la lista allusers: può capitare facilmente che il tempo che intercorre fra la consegna del primo messaggio e quella dell'ultimo superi la mezz'ora.

Si tratta di un comportamento del tutto fisiologico del server di posta: le strategie di consegna dei messaggi sono basate su meccanismi di tipo "best-effort" che privilegiano la certezza della consegna rispetto ai tempi. In altre parole i server di posta non sono progettati per garantire tempi di consegna certi, ma per ottimizzare la probabilità che il messaggio sia, prima o poi, effettivamente consegnato.

Analizzando i log di casi tipici di messaggi inviati alla lista di distribuzione allusers si nota che, dei circa 260 messaggi in consegna, i primi 50-60 sono consegnati entro alcuni secondi dall'invio originale. I messaggi successivi vengono poi consegnati ad intervalli assai maggiori (uno-due secondi). Se accade che un indirizzo di destinazione determini un errore nella consegna, l'invio viene sospeso per alcuni secondi e ripreso successivamente. È quindi ragionevole che in presenza di alcuni errori (probabili in un elenco di 260 indirizzi di cui una parte diretti verso server esterni) il tempo totale di consegna raggiunga i circa trenta minuti che sono stati talvolta notati.

Occorre sottolineare che la strategia di consegna ha per scopo quello di ottimizzare la consegna non dei 260 messaggi specifici della lista allusers, ma piuttosto le prestazioni complessive del servizio che, e' bene ricordarlo, riguarda la gestione di tutti i messaggi entranti ed uscenti. Ad esempio il rallentamento delle consegne quando il numero dei destinatari supera un valore di soglia, ha lo scopo di distribuire piu' equamente possibile il servizio di consegna fra tutti gli utenti evitando che l'invio ad un elenco numeroso di indirizzi blocchi per lungo tempo la gestione dei messaggi "singoli";  mentre la sospensione temporanea dell'invio in caso di errori ha lo scopo di evitare che il server rallenti la consegna di altri messaggi ripetendo inutili tentativi di consegna ad un server che ha dato errore.